Grisi, Carlotta

Grisi, Carlotta, ballerina (Visinada, 25 o 28  aprile 1819 - Saint Jean vicino a Ginevra, 20 maggio 1899). Nonostante la sua vita e la sua arte non siano state sistematicamente studiate, si dice che sia nata nell'antico palazzo (di un tempo) della famiglia Grimani.

Nel   si è trasferita a Milano, dove prendeva lezioni di canto e balletto. A sette anni si esibì per la prima volta al teatro milanese alla Scala. Come bambina prodigio, ottenne la laurea a 13 anni e nel 1832 debuttò a Milano, dopo di che iniziò con le tournée per l'Italia. A Napoli ha conosciuto il coreografo e ballerino Jules Perrot, un incontro decisivo per la sua carriera successiva. Viaggiavano assieme per l'Europa, ottenendo un successo dopo l'altro. Il suo talento e la bellezza ispirò la nascita di uno dei balletti più importanti del Romanticismo, il balletto Giselle, creato sul libretto di Théophile Gautier. La coreografia di questo balletto fu  ideata da Perrot, mentre la musica fu composta da  Adolphe Adam. Nel momento in cui si esibì in quest'opera, scritta proprio a sua misura, confermò il suo carisma da divina musa lirica. Il balletto Giselle la collocò tra le più splendenti e le più grandi stelle del balletto di quel periodo.  Dopo l'esibizione in Giselle  si sono susseguiti altri successi, nei balletti Péri, Pas de quatre ed Esmeralda, nonché esibizioni a Londra, Parigi, Roma e Pietroburgo. Abbandonò la carriera da ballerina all'apice del successo, a 34 anni, ed è morta completamente dimenticata dagli ammiratori.

 

BIBLIOGRAFIA: S. Lifar, Carlotta Grisi, Paris 1941; Zbornik međunarodnog muzikološkog skupa »U znaku Carlotte Grisi«, Novigrad 1999.

L. Duraković