Facoltà di filosofia a Pola

Facoltà di filosofia a Pola, istituzione universitaria, fino al 2006 membro dell'Università di Fiume, che operava con questo denominativo dal 1998 al 2006. Offriva corsi di laurea universitari dall'ambito delle scienze umanistiche, dall'ambito linguistico, quello storico e di musica. Aveva una cinquantina d'insegnanti in cariche scientifiche-d'insegnamento, d'insegnamento e di collaborazione, e cca 500 studenti iscritti in sette corsi. Dal dicembre 2006 è parte integrante dell'Università Juraj Dobrila a Pola, con alcuni dipartimenti: il Dipartimento per le scienze umanistiche, il Dipartimento per lo studio di musica e il Dipartimento per lo studio in lingua italiana.

Come la Scuola magistrale a Pola rappresentava la continuità delle scuole e corsi universitari per insegnanti e professori in Istria, nate agli inizi del XX sec., e rinnovate dopo il 1945. Nel 1961 a Pola è stata fondata l'Accademia di pedagogia, al che un ruolo rilevante aveva T. Peruško. In 15 anni l'Accademia ha abilitato cca 1500 educatori e insegnanti in lingua croata e in lingua italiana, in corsi combinati dei corsi d'insegnamento in classe, di lingua croata, di storia, di geografia, di biologia, di chimica, di matematica, di fisica, di educazione tecnica. Il dipartimento di lingua e letteratura italiana presentava un'unità specifica, nell'ambito della quale gli studenti di nazionalità italiana avevano la possibilità di scegliere e combinare qualsiasi dei corsi citati. Lo studio di musica esiste dal 1965, il corso dell'insegnamento in classe è diventato corso singolo nel 1967, e gradualmente si spegnevano i corsi di geografia, di storia, di matematica e di chimica. Il corso universitario di lingua tedesca (in combinazione con la lingua croata o italiana), aperto nel 1973, dopo soli due anni ha cessato l'attività. Quando nel 1975 alla Accademia di pedagogia è nato il corso di laurea in educazione prescolare, sono stati fissati cinque gruppi di studio: l'educazione in classe, l'educazione prescolare, la lingua e la letteratura croata - la lingua e la letteratura italiana, la fisica - l'educazione tecnica e la pedagogia musicale. Con la riorganizzazione del 1978, l'Accademia di pedagogia diventa Organizzazione di base di lavoro associato dell'attività Scientifico-educativa della Facoltà di pedagogia a Fiume, con due corsi biennali di studio (educazione prescolare, educazione in classe) e due corsi quadriennali di studio (lingua e letteratura italiana, la cultura musicale). Tal entrata formale nella struttura dell'Università di Fiume era l'inizio del sistema universitario, e all'inizio l'insegnamento ai corsi di studio quadriennali si svolgeva con l'aiuto degli insegnanti di Zara, di Zagabria e di Lubiana. Nel 1986 il Comitato per la scienza, la tecnologia e l'informatica della RS di Croazia ha valutato che questa Organizzazione di base, secondo i requisiti della Legge sull'attività scientifica e di ricerca della RS di Croazia soddisfa tutte le condizioni per lo svolgimento dell'attività scientifico-educativa, ed è stata nominata la Facoltà di pedagogia, il che il Comitato per l'istruzione e la cultura della RS di Croazia ha confermato nel 1988. Agli inizi degli anni Novanta ha avuto l'iniziol'impegno di aprire dei nuovi corsi di studio, e nel 1992, al dipartimento di musica è stato aperto il corso di studio di fisarmonica classica come strumento solista (il primo corso di studio universitario di questo tipo in questa parte d'Europa), e nel 1994 sono stati aperti altri tre studi in combinazioni doppie: lingua e letteratura croata, lingua e letteratura italiana e storia, mentre nel 1999 anche il corso di lingua e letteratura latina. Siccome nel 1998 tramite l'ordinanza del Governo della Repubblica di Croazia sono stati disgiunti dalle facoltà di pedagogia i corsi di educazione prescolare e magistrale (educazione prescolare e educazione in classe), e sono state istituite le scuole superiori magistrali, così anche a Pola è stata istituita la Scuola superiore Magistrale, la quale ha ereditato i corsi di studio citati (in lingua croata e in lingua italiana). I corsi di studio rimasti alla Facoltà hanno creato le condizioni necessarie per il cambio del nome in Facoltà di filosofia, alla quale sono state aperte le possibilità di continuo sviluppo nell'ambito delle scienze linguistiche e storiche e della pedagogia musicale. Gli insegnanti della facoltà, oltre alla istruzione erano dediti anche all'attività scientifica, svolgevano i progetti di ricerca scientifica (nazionali e internazionali), pubblicano i saggi scientifici e professionali. La Facoltà allestiva i convegni scientifici, e i seminari, le tavole rotonde e le tribune, i concerti e le gare nel campo della musica, pubblicava la rivista scientifica Tabula (dal 1999), i saggi scientifici, le monografie e i libri di testo. Alla Facoltà era attivo il Centro degli studenti, l'associazione di tutti gli studenti (i quali collaboravano anche all'amministrazione della Facoltà), la filiale dell'Associazione internazionale degli studenti di storia (ISHA), l'Orchestra accademica di fisarmonica e il coro. Ha collaborato con le facoltà di filosofia a Zagabria, a Fiume, a Zara e a Lubiana, con l'Accademia di musica a Zagabria e con l'Università a Trieste. La Facoltà era attiva nell'edificio riccamente ornato in stile secessionista (i motivi vegetali, gli stemmi delle città istriane, le allegorie in rilievo), edificato nel 1915 per il Liceo per ragazze. Tra la I e la II guerra mondiale, nell'edificio c'era il liceo "Giosuè Carducci", e dal 1961 l'Accademia di pedagogia (e le istituzioni ereditarie).

 

R.

 

http://www.ffpu.hr/