Amoroso, Andrea

Amoroso, Andrea, avvocato e archeologo (Rovigno, 14 settembre 1829 – Parenzo, 19 febbraio 1910). Studiò a Rovigno, Trieste, Udine, mentre a Graz terminò gli studi di giurisprudenza.

Ha lavorato come avvocato a Buie. Partecipò alla lotta politica degli Italiani dell'Istria per l'annessione all'Italia. Fu deputato nella Dieta istriana e membro della Giunta. Ha dato un considerevole contributo all'istituzione dell'Istituto Agrario Provinciale e dell'Istituto di Credito Fondiario. Sotto l'influsso di P. Kandler e dell'atmosfera generale che vigeva fra gli intellettuali dell'Istria, s'interessò di archeologia preistorica, antica e del primo Cristianesimo, dando l'impulso alla costituzione dell'associazione → Società Istriana di Archeologia e Storia Patria e del museo archeologico di Parenzo, denominato Museo Archeologico Provinciale; fu presidente della società e direttore del museo, sin dalla loro istituzione avvenuta nel 1884. Ha compiuto una ricerca su oltre 500 tombe della necropoli dell'era del ferro, nei pressi di Picug e di una settantina di tombe a Vermo, esplorò i Templi romani nel foro di Parenzo, la Villa romana a Sorna vicino a Parenzo, la Basilica Eufrasiana e altre località del primo Cristianesimo, sempre nei pressi di Parenzo. Tutti i suoi saggi sono stati pubblicati nel periodico Atti e Memorie della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria.

 

BIBLIOGRAFIA: C. De Franceschi, Andrea Amoroso, Pagine istriane, 1950, 4.

R. Matijašić