Corsaro (Corner),

Corsaro (Corner), famiglia patrizia di Venezia. Si arrichì durante i secoli XIV e XV, e in seguito ebbe una grande influenza politica nella vita dello stato. Da questa famiglia provengono quattro dogi: Marco (1365-68), Giovanni I., (1625-29), Francesco (1656) e Giovanni II. (1709-22). Caterina (1454-1510), moglie del re di Cipro, nel 1473 divenne vedova e cercò di liberarsi dal controllo veneziano, ma non riuscì nell'intento.

Fu detronizzata e l'isola fu annessa ai possedimenti veneziani (1479). In cambio di Cipro l'ex regina ottenne in feudo la signoria d'Asolo. Si circondò da scrittori, artisti, tra loro c'era anche Pietro Bembo. Luigi o Alvise (1475-1566), letterato e architetto, aveva progettato località balneari veneziane. Alcuni appartenenti della famiglia, sono importanti per la storia dell'Istria. Girolamo, capitano di Raspo (1618-20), cercava di attenuare  le conseguenze della Guerra degli Uscocchi cercando l'aiuto di Venezia per 11 paesi maggiormente colpiti dalla guerra nel Capitanato; Zuanne , dopo il ritorno dalla funzione di capitano di Raspo  (1679), una parte delle proprie informazioni e dei rapporti dedicò ai problemi del banditismo in Istria. Dimostrò con esempi  come è essenziale  soddisfare le esigenze dei contadini che a causa di leggi, regole rigide e dannose, la gente contadina semplice e umile viene trasformata in perseguitati, esiliati e criminali. I Principi, provveditori di Pola nel XVII, secolo furonoi Angelo (Anzolo) e Carlo e nel XVIII, secolo, Antonio.

 

BIBLIOGRAFIA: M. Bertoša, Jedna zemlja, jedan rat. Istra 1615–1618, Pula 1986; S. Bertoša, Život i smrt u Puli. Starosjeditelji i doseljenici od XVII. do početka XIX. stoljeća, Pazin 2002; G. Radossi, Monumenta Heraldica Iustinopolitana. Stemmi di rettori, di famiglie notabili, di vescovi e della città di Capodistria, Rovigno–Trieste 2003.

S. Bertoša