Ceretto

Ceretto, borgo situato 9 km a nord est di Pisino (45º gradi 16' N; 14º gradi 0'; 278 m sopra il livello del mare): 229 gradi (2001). E' sede del comune che comprende: Borutto, Draguccio, Previž e Novacco di Pisino. E' situato su un'importante strada che conduce da Pisino a Pingunte lungo il torrente Foiba, dall'altra parte la strada si ramifica e conduce al Monte Maggiore d'Istria e Bogliuno.

Con il passaggio della ferrovia Ceretto (1876) diviene un centro più importante. Fino al XX secolo la popolazione si occupava solo di agricoltura, e successivamente d'allevamento di bestiame (bovini, capre, suini); nel 1911 iniziò con i lavori la fabbrica di mattoni, (oggi Mattonificio istriano S.p.a. Cerreto), l'unico l'unica impresa industriale. Il borgo esiste dal XIII secolo quando appartenne → al Patriarca d'Acquleia., vescovo di Pedena, e in fine al principato di Pisino. Per la prima volta fu nominato nell'Istarski razvod e nel 1498 nell'Urbar Pazinske knežije con il nome di Czerolach. La parrocchia per la prima volta era stata nominata nel XVII secolo; fu tolta nel 1827 e nuovamente instaurata nel 187. La chiesa parrocchiale dell'Assunzione della Beata Vergine Maria, fu edificata nel 1804 sul luogo dov'era prima ubicata una chiesa (la scritta glagolitica menziona la data del 1592), nel 1910 fu costruita un'aggiunta; possiede un calice dorato del XVI sec. Il campanile è stato costruito nel 1978. La chiesa della Santa Trinità, situata sulla vicina collina, è una costruzione del tardo gotico con una navata, e appartiene alla prima metà del XV. sec.

Il santuario poligonale ha una cupola a croce-stellata, sulla quale sono dipinti affreschi gotici di uno sconosciuto maestro italiano del periodo in cui la chiesa fu edificata. Nell'anno 1588 (scritto glagolitico) la navata fu prolungata e sulla facciata fu costruita la toree con l'aggiunta del portico. Nella località di Previz è situata la chiesa dedicata a San Martino del XVI sec. (restaurata nel 1990).

 

BIBLIOGRAFIA: Cerovljanski zbornik. Zbornik radova sa Znanstvenog skupa Cerovlje i okolica od prapovijesti do danas, Pazin 1990.

R. Matijašić