Partito Comunista d’Italia (PCI)

Partito Comunista d'Italia (PCI), in letteratura anche Partito Comunista Italiano, fondato nel 1921 a Livorno da parte della frazione del Partito Socialista d'Italia. La maggioranza dei socialisti istriani, dopo lo scisma del loro partito in gennaio del 1921, è passata al partito comunista, sopratutto per il suo radicalismo e per la sua fermezza nella lotta contro le squadre fasciste. I fogli comunisti erano Il Lavoratore e Il Proletario.