Parco naturale Monte Maggiore

Parco naturale Monte Maggiore (Park prirode Učka), l'area protetta proclamata parco tramite il Decreto del Governo della Repubblica di Croazia in aprile del 1999 in conformità alla Legge sulla protezione della natura. S'estende su 160 m2 del massiccio del Monte Maggiore e d'una parte della Ciceria, e comprende le parti di alcune unità territoriali nella Regione Istriana e nella Regione litoraneo-montana (la città d'Abbazia, i comuni Mattuglie, Draga di Santa Marina, Laurana, Chersano, Lupogliano e Lanischie).

La pubblica istituzione con la sede a Zigani vicino Laurana amministra il parco, ed è stata istituita in settembre del 1999 a motivo di salvaguardare e conservare l'ambiente naturale, di sostegno alla prosperità della comunità locale, di utilizzo a fini educativi, di ricerca e di ricreazione. Il parco è caratterizzato da una straordinaria varietà su uno spazio delimitato. Dalla vetta Vojak (1401m) si espande la vista sull'intera Istria, sulle Alpi slovene e italiane, sui monti del Gorski Kotar, sulle Alpi Bebie (Monti Velebiti) e le isole del nord Adriatico. Sul territorio del parco sono state conservate le piante rare ed endemiche (la campanula del Monte Maggiore), gli uccelli rari (il grifone, l'aquila reale) e altre piante e animali protetti. La maggior parte del manto boschivo è costituita dal faggio, e in misura minore il carpino e la quercia, e in alcuni luoghi è stato piantato il pino silvestre. In senso economico hanno un significato rilevante le piantagioni del castagno. Il canyon Draga Grande al versante occidentale del Monte Maggiore è protetto come patrimonio naturale geomorfologico. Lo distinguono le rocce e le colonne calcaree isolate. L'uomo ha interferito sull'area del parco solo parzialmente, anche se le tracce delle abitazioni testimoniano sulla presenza umana dalla preistoria (le caverne e i castellieri), però anche sulla recente cultura zootecnica tradizionale (i cosiddetti castelli, rifuggi temporanei per il bestiame e per gli uomini nell'ambiente montanaro). Gli abitati rurali odierni sull'area del parco sono Draga di Laurana (con caratteristiche edili e culturali litoranee), Cosliacco e Olmetoreale (con le caratteristiche dell'edilizia tradizionale istriana) e i tipici villaggi montanari Montemaggiore d'Istria Piccolo e Montemaggiore d'Istria Grande.

R.