Bianco, Bruno

Bianco, Bruno, commercialista, poeta e scrittore, attivista culturale (Pola, 25.I.1938 - Venezia, 24.XI.2015). Suo nonno e la sorella Flora sono morti nel grave incidente nel 1936 a Pola quando, durante una manifestazione, una trattrice di obici ha travolto i ferito molte persone, uccidento sei cittadini. Nell' aprile del 1944 con il padre, che era direttore di macchina sulle navi, e la madre lascia Pola in guerra e si trasferiscono a Genova presso una zia. Lì ha frequentato le scuole dell' ordine cattolico dei maristi che gli hanno trasmesso non solo i valori religiosi ma anche l'amore per la cultura. Nel 1952 la famiglia si trasferisce a La Spezia. Dal 1956 ha fatto il militare fino il 1958 quando si è stabilito a Venezia. Qui si è diplomato all'Istituto Nautico nel 1961, l'anno stesso si è imbarcato, ma nel 1963 smette di navigare per motivi familiari e inizia a lavorare presso le Assicurazioni Generali di Venezia. Nel 1964 si è sposato con Sandra Luderin e si trasferiscono a Lido di Venezia dove è vissuto fino alla morte. 

Lavorando ha continuato a studiare e nel 1966 ha preso la laurea di statistica all'Università di Padova. La seconda laurea l'ha presa nel 1978 presso la Facoltà di Economia Aziendale di Venezia. All' inizio degli anni 80 ha iniziato la libera professione di commercialista, nel 2001 ha fondato lo Studio commercialisti associati e nel 2006 è diventato anche giudice conciliatore. Già da giovane si interessa della cultura ed arte, a La Spezia ha conosciuto il cantautore Fabrizio De André, fatto amizicia col poeta Vittorio Fioravanti, il paroliere Roberto Dané, il fotografo Sergio Fregoso, e poi, a Lido, con Attilio Carminati e Giacomo Bernasconi faceva la "triade" poetica che animava la scena letteraria locale. Oltre alla poesia le sue passioni erano la musica classica, in particolare le opere,la fotografia (sviluppava le foto da solo), lingue straniere, arte, filosofia... Sin quando abitava a La Spezia ha cominciato a scrivere delle poesie, pubblicandole nelle varie riviste e quotidiani. Le sue opere sono state premiate ai concorsi di letteratura nazionali ed internazionali: Ugo Foscolo (poesia religiosa Venezia 1983), Walter Tobagi 1997, Gianni Spagnol 2005, Citta' della Spezia 2006 e 2007. Ha pubblicato raccolte di poesia Domani e Oltre (Venezia 2006) e Rêveries (Venezia 2013), i romanzi Rosavestita - Un'adolescenza (Bologna 2008 e l'anno stesso lodato al concorso Città della Spezia) e Fuzzy. Andare con logiche diverse (2013) nonchè i Racconti onirici (2014). Per molti anni ha avuto problemi di salute, è morto nel ospedale di Venezia, lasciando in manoscritto il romanzo Giulio e l'esodo da Pola nel quale narra anche della sua infanzia a Pola e l'amicizia con celebre cantautore Sergio Endrigo, anche lui polese. Pola gli è stata, assieme con Parigi, la città più amata, nella quale dagli anni 60 spesso e volentieri ritornava facendo anche gite in Istria.

LIT.: L. M., Con Attilio Carminati e Giacomo Bernasconi ha rappresentato la "triade", pubblicato il 14. 12. 2015 sul sito ilgazzettino.it; Bruno Bianco sul sito www.italicdigitaleditions.it/book-author; corrispondenza con la figlia Mariaemanuela Bianco, novembre 2017
Goran Prodan