Moreschi, Antonio

Moreschi, Antonio, pittore (?, seconda metà del XVI sec. - Albona, 14 agosto 1633). Fu membro della confraternita veneziana dei pittori "Arte dei dipintori" dal 1594 al 1609. Dopo questa data si è trasferito ad Albona dove ha trovato consorte ed è diventato un cittadino di rispetto.

Gli attribuiscono La coronazione della Madonna (1613) a Castua, La coronazione della Madonna a Barbana, San Sebastiano e i quattro santi a Barbana, il ciclo di nove quadri di tematica mariana nella chiesa dell'Assunta ad Albona (prima del 1631), Il trono della pietà con Santa Flora e San Francesco d'Assisi a Lavarigo, La Madonna con il Bambino, San Giacomo (?) e San Francesco d'Assisi a Dignano, La Madonna con il Bambino, San Francesco d'Assisi e San Francesco di Paola a Dignano e La Nostra Signora del Carmelo e i santi (dopo il 1619) e L'albero di mele ad Albona. La sua pittura era sotto il forte influsso di Domenico Tintoretto, e spesso s'affidava ai modelli grafici, come era d'uso verso la fine del XVI e durante il XVII sec. Nelle sue opere del primo periodo si è presentato come un poco abile seguace di Jacopo Tintoretto, che ha conosciuto indirettamente - attraverso le opere del suo figlio Domenico, però nelle sue opere mature ha dimostrato l'abile acquisto di nuove correnti stilistiche a Venezia, ed era sotto l'influsso della pittura di I. Palma il giovane. Il figlio d'Antonio era H. Moreschi.

 

BIBLIOGRAFIA: A. Horvat, R. Matejčić, K. Prijatelj, Barok u Hrvatskoj, Zagreb 1982; N. Kudiš, Istarski opus slikara Moreschija nastao u prvoj polovici XVII.st., Radovi Instituta za povijest umjetnosti, 1992, 16; isti, Dva priloga slikarstvu prve polovine 17. stoljeća u Istri, Prilozi povijesti umjetnosti u Dalmaciji (Prijateljev zbornik), 1992, 3; N. Kudiš-Burić, N. Labus, Dalle parti Arciducali e Sotto San Marco/U kraljevskim stranama i pod Svetim Markom, Rijeka 2003.

N. Kudiš-Burić