Battana, La

Battana, La, il trimestrale per la cultura, avviato dalla comunità degli italiani di Fiume nel 1964. È uno dei risultati più importanti del risorgimento della comunità italiana agli inizi degli anni Sessanta in Croazia. I primi membri della redazione sono Eros Sequi (redattore capo), Lucifero Martini e Sergio Turconi i quali hanno tracciato il programma, secondo il quale lo scopo della rivista è superare "la posizione marginale al confine tra due culture" e "il pericolo della provincializzazione e l'emarginazione minoritaria".

Nel periodo dal 1964 al 1989 (redattore E. Sequi) sono usciti 92 numeri, in media su 100 al 159 pagine form. 17cm × 24cm. Accanto alla pubblicazione della poesia, della prosa, dei saggi dei membri della comunità nazionale italiana, facendo in tal modo conoscere al pubblico dei lettori iugoslavo e italiano la loro originale produzione letteraria, la rivista dagli inizi era aperta verso la collaborazione con gli scrittori noti sia italiani che iugoslavi, da per es. S. Quasimodo e I. Andrić, i due premi Nobel, a molti altri. Come intermediari tra la letteratura dei popoli della Iugoslavia e la letteratura italiana, la redazione ha organizzato diversi convegni letterari (una ventina al 1987), che promuovevano i temi più importanti di comune interesse. Nel secondo periodo dal 1989 al 1992 (redattore Ezio Giuricin), la redazione composta esclusivamente da  giovani membri, ha svolto un cambiamento radicale del programma, orientandosi verso i grandi temi sociali, storici, filosofici e linguistici, allora attuali. Il primo numero tematico, Etnicità e Stato, ha annunciato i temi che poi sono diventati attuali. Il secondo numero, Letteratura dell'esodo, ha fatto pubblici i temi che per anni sono stati coperti dal silenzio (la cominform, l'esodo). Nel terzo periodo, dal 1992 (redattrice Nelida Milani Kruljac), nuovamente i temi letterari hanno la preferenza, ma non vengono esclusi nemmeno i temi dall'ambito sociale, o artistico, o filosofico o etnico. La nuova redazione abbraccia con il programma il triangolo regionale dell'Istria, del Quarnero e del Litorale sloveno. Dal momento in cui la Unione italiana ha preso la casa editrice EDIT, la nuova redazione, pubblica tutta una serie di temi importanti che riguardano direttamente la comunità nazionale italiana.

L. Giuricin