Porti di turismo nautico

Porti di turismo nautico, comprendono i marina, i marina a secco, gli attracchi e gli ancoraggi, che spesso coincidono con porti sportivi che offrono servizio alle imbarcazioni e all'equipaggio della cosidetta quarta flotta. Il marina è un porto specializzato adibito al traffico turistico-nautico.

Dispone di un complesso di strutture e macchinari per l'ormeggio delle imbarcazioni, la sistemazione sulla terraferma, il calo nell'acqua, il controllo tecnico, la riparazione, la manutenzione, la custodia e lo svernameno, per il supporto tecnico ed il rifornimento generale degli yacht e di altre imbarcazioni da diporto, ricreazione e sport, nonché per il riposo e i servizi alberghieri per  gli equipaggi delle navi  sulla costa.
Nella parte croata dell'Istria  a metà del 2003 c'erano 13 marina di I, II e III categoria e alcuni  ormeggi. Una categoria più alta del marina, in base agli standard e alle norme, significa un miglior contenuto, servizio e qualità del marina.
I marina e gli attracchi esistenti con gli ormeggi in mare e in posti sulla terraferma possono ospitare contemporaneamente circa 4200 yacht, motoscafi e altre imbarcazioni sportivo ricreative e da diporto. I marina di Veruda (810) e Umago (638) dispongono delle capacità ricettive più elevate. Facilitazioni marittime particolari per l'accoglienza di grandi yacht, della lunghezza da 40 a 50m, e anche più grandi, le hanno il porto cittadino di Parenzo, Pola e l'attracco alle Brioni. Il marina di Pola è l'unico a non avere le strutture necessarie sulla terraferma necessarie per l'estrazione delle imbarcazioni dal mare e l'equipaggiamento necessario al revisionamento delle barche; a queste mancanze si adempie nel cantiere navale Scoglio olivi. Con lo sviluppo programmato è previsto l'arricchimento delle strutture ricettive del turismo nautico e la costruzione di marina moderni come strutture basilari, nonché attracchi come contenuti complementari.

 

BIBLIOGRAFIA: V. Šimičić, Klasifikacija i kategorizacija luka nautičkog turizma, Ugostiteljstvo i turizam, I–II, 1991.

I. Blažević